L 'IDEA - SNClibri

Vai ai contenuti
L'IDEA

Coerentemente con le finalità proprie di SNC Libri e in considerazione del proliferare delle scuole e dei corsi di scrittura creativa (locuzione che riteniamo sostanzialmente fuorviante, creando l’illusione che chiunque possa diventare scrittore), pensiamo sia proponibile un seminario creativo che riguardi la lettura (che è creativa per quanto consentito dalle risorse individuali). Il titolo Dei piaceri della lettura si riferisce al fatto che la lettura, che già di per sé è un piacere multiforme, può stimolare anche i nostri sensi all’inseguimento di altri piaceri, trasformando l’atto di leggere in un’esperienza capace di arricchire la vita in molte direzioni.

La principale, ma anche la più semplice, è quella costituita dall’incontro con un altro essere umano: lo scrittore. Nella nostra proposta lo scrittore è presente, ma parla di sé in quanto lettore di altri scrittori. Quello che lui ha scritto, invece, viene letto da altre persone, ciascuna seguendo la propria personale interpretazione. Ciò che viene letto, si coniuga armonicamente con altri piaceri: la musica e il cibo.

Il concetto di base che si vuole esprimere è che la lettura non è un atto passivo. A partire dal momento della scelta del libro da leggere, il lettore può e deve liberamente esprimere se stesso, iniziando un rapporto dialettico con il testo che è al tempo stesso la ricerca di nuovi equilibri, nuovi sapori, nuove armonie (come accade in ogni rapporto). Deve essere consapevole che la natura dell’attività leggere è assai più complessa e nobile di quella di ‘consumatore’ di libri.

Il seminario si articola in cinque incontri con scrittori (o con il loro “fantasma”) che parlano della lettura, di come la vivono o di come la concepiscono, con lettori che leggono passi scelti dai libri degli scrittori, con la musica che accompagna o dialoga con le parole e con il cibo ed entrambi, musica e cibo, ci portano negli stessi luoghi dei libri. In linea con la filosofia di SNC Libri si tratterà di scrittori fuori dal circuito dell’industria letteraria, che pubblicano con piccoli editori, quelli spinti e animati da una vera passione per la propria attività.

Ogni incontro sviluppa una tematica individuata e trattata dallo scrittore di turno per sintetizzare il proprio rapporto con la lettura e costituirà un evento che tende, per sua natura, a configurarsi come un’esperienza molto particolare, tanto da richiedere un tempo che non è quello solitamente richiesto da cose come presentazioni di libri o simili. Del resto leggere un libro richiede un tempo adeguato…

Musica e cibo seguiranno la sensibilità dei musicisti e dello chef nell’interpretazione del luogo (o dei luoghi) correlati al libro di riferimento di ciascun incontro.
Torna ai contenuti